Scegliere il colore della camera dei bambini può dare dei grattacapi, vediamo come sceglierli nella maniera giusta. La classica delle scelte è quella in base al sesso. Il classico rosa se è una femminuccia e azzurro se è un maschietto. Queste sono le scelte classiche. Ma se in una cameretta ci sono tutt’e due i sessi? Allora bisogna optare per un colore che li possa rappresentare tutti e due. Quindi un giallo paglierino potrebbe accontentare tutti e due, oppure un verdino chiaro.

Questa scelta è data anche dal tipo di arredamento presente nella cameretta. Se i letti e gli armadi per esempio, sono di colore lilla, va da sé che il verdino stona un pò con tutto l’ambiente, ed ecco quindi che un colore più neutro, come potrebbe essere un giallo paglierino, potrebbe fare più al caso nostro.
La scelta comunque dovrebbe orientarsi attorno a colori pastello, quindi non molto aggressivi. Pitturare con colori troppo forti, potrebbe anche incidere sulla luminosità dell’ambiente e quindi sulla vivibilità della stanza.
Si può anche optare per una pittura diversificata, quindi si può dipingere una parete di azzurro, poi un’altra di colore rosa, oppure metà parete di un colore e metà di un altro. È un compromesso che potrebbe accontentare un po’ tutti.

La scelta dei materiali e le decorazioni

La scelta dei materiali è di fondamentale importanza. La tecnologia dei nuovi materiali dà la possibilità di rendere l’ambiente dei nostri bambini più salutare. Quindi scegliere sempre un’idropittura, cioè una vernice traspirante, che permette alle pareti di respirare e quindi rendere più difficile il fastidioso fenomeno della condensa.
Le tinte delle pareti sono di fondamentale importanza e, ripeto, scegliere colori tenui può influire positivamente anche sulla psicologia del bambino.
Prima di pitturare le pareti della cameretta, per essere ancora più sicuri della salubrità futura dell’ambiente, consiglio di passare una vernice trasparente anch’essa antimuffa, soprattutto nelle zone alte della nostra cameretta, quindi negli angoli, dove in genere attecchisce sempre la muffa o la condensa.
Usare sempre il pennello e mai il rullo se vogliamo ottenere un lavoro fatto a regola d’arte. Il rullo infatti lascia sulla parete dei piccoli grumi, fastidiosi sia al tatto che alla vista.
Infine, se vogliamo personalizzare la nostra cameretta, possiamo usare quei decori che si attaccano sulle pareti ma che possiamo staccare anche con estrema facilità.
Esistono anche dei decori che si vendono a rotoli adesivi, e che sono applicabili perimetralmente alla stanza. Sono delle greche di altezza variabile fino a 10 centimetri, con diversi motivi decorativi.